News

8 Giugno 2023

Delibere di Consiglio – Divieto di produzione e di immissione sul mercato di alimenti e mangimi sintetici

Il Consiglio comunale di Pré-Saint-Didier, nella sua seduta del 29 maggio 2023, ha adottato la delibera in materia di “Disegno di legge recante disposizione in materia di divieto di produzione e di immissione sul mercato di alimenti e mangimi sintetici”.

Con tale atto il Consiglio riconosce la necessità di assicurare la tutela della salute umana e degli interessi dei cittadini nonché di preservare il patrimonio agroalimentare, quale insieme di prodotti espressione del processo di evoluzione socio -economica e culturale dell’Italia, di rilevanza strategica per l’interesse nazionale e riconoscendo gli impatti ambientali negativi causati dal processo di produzione della carne sintetica, a partire dal consumo di notevoli quantità di energia e di acqua che si rendono necessarie in laboratorio, con persistente accumulo di anidride carbonica e maggiori effetti sul riscaldamento globale.

Tutti i dettagli nella Deliberazione in allegato.

Ultimi articoli

News 1 Marzo 2024

Imu – Approvate le aliquote 2024

Il Consiglio comunale di Pré-Saint-Didier, riunitosi in assemblea il 19 febbraio, ha proceduto all’approvazione delle aliquote IMU per l’anno 2024

News 29 Febbraio 2024

Raccolta indumenti – Comunicato Fondazione Opere Caritas di Aosta

Approfondimenti utili sulla raccolta del rifiuto tessile e indicazione dei punti di raccolta e contatti telefonici. La differenza tra abiti e tessili da donare e quelli di cui liberarsi, due percorsi diversi.

News 28 Febbraio 2024

PUA- Punto Unico di Accesso, un servizio gratuito nei servizi socio assistenziali

Il PUA è un servizio gratuito che svolge attività di accoglienza, ascolto, orientamento e prima consulenza ai cittadini sui servizi socio-assistenziali e socio-sanitari e sulle opportunità offerte dal sistema di welfare in Valle d’Aosta.

News 26 Febbraio 2024

Elezione dei membri del parlamento europeo

In occasione della prossima elezione del Parlamento europeo (6 -9 giugno 2024), anche i cittadini degli altri Paesi dell’Unione Europea potranno votare in Italia per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, inoltrando apposita domanda al Sindaco del Comune di residenza.

torna all'inizio del contenuto